Scuola Italiana Sommelier Scuola Italiana Sommelier Scuola Italiana Sommelier
Notizie
Tutte le ultime notizie dalla Scuola Italiana Sommelier

È RECORD: Enoteca Pinchiorri, ricavati 3,3 milioni di euro dalla vendita delle bottiglie messe all’asta

Il Masseto e il Barolo Monfortino Riserva di Giacomo Conterno protagonisti della prima asta di Zachys a Londra (da reportergourmet.com)

23/09/2020
Fotografia
Domenica scorsa, a Londra, sono stati battuti all’asta 864 lotti di vini pregiati, provenienti dalla Cantina dell’Enoteca Pinchiorri, selezionati direttamente da Giorgio Pinchiorri. In totale sono state 2500 le bottiglie messe all’incanto da Zachys nella sua prima asta europea. La base di partenza è stata calcolata in circa 2 milioni di euro, ma è stata ampiamente superata, portando a raccogliere in totale 3,3 milioni; anche se le quotazioni dei singoli lotti erano in sterline.

Tra le vendite più interessanti, e forse meno scontate, alcuni grandi vini italiani come il Masseto e il Barolo Monfortino Riserva di Giacomo Conterno. Il primo è andato ben oltre le quotazioni iniziali, come i 15 litri dell’annata 2014, battuta a 20 mila euro. Del secondo invece sono state battute sei bottiglie del Riserva 2013 a 6.700 euro.

Più prevedibili invece i rialzi che hanno interessato alcune etichette francesi, come le tre bottiglie di Vosne Romanee Cros Parantoux 1985 di Henri Jayer, battute a 80.600 euro. Molto bene è andata anche la magnum di Musigny 1990 di Georges Roumier, acquistata a 51mila euro, e un’imperiale (6 litri) di Petrus 2009, a 45.700 euro. Anche il lotto con le due bottiglie di Romanee Conti del 1990 ha avuto un ottimo successo, aggiudicato per una cifra vicina ai 43mila euro.

Tra gli altri vini italiani battuti all’asta vanno menzionati: Le Pergole Torte Riserva Montevertine 1990 (battuta a 6.450 euro). Due magnum di Barolo Bartolo Mascarello 1990 (4.800 euro); tre doppie magnum di Solaia 2015 di Antinori (3.000 euro); 12 bottiglie di Sassicaia 2016 (3.000 euro); 7 bottiglie di Brunello di Montalcino Cerbaiola di Giulio Salvioni (1.750 euro); 6 bottiglie di Barbaresco Sorì San Lorenzo 2015 di Gaja (1.600 euro); 4 bottiglie di Brunello di Montalcino Riserva 1990 Biondi Santi (1.600 euro); 6 bottiglie di Brunello di Montalcino Cerretalto 2006 di Casanova di Neri (1.600 euro); 3 bottiglie di Amarone della Valpolicella 1995 di Romano Dal Forno (1.200 euro).
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina